martedì 27 febbraio 2018

Letture: Abbastanza da tentarmi di Leila Awa #10.18


Isabella Bendecido ha ventiquattro anni e vive in un paese alle porte di Madrid con una sorella maggiore che adora, un padre amorevole ma poco presente, una madre convinta che la preoccupazione maggiore per una donna debba essere trovare un buon matrimonio o un lavoro fisso – se non entrambi – e una sorella minore che segue le orme materne. Giornalista di professione e blogger per passione, Isabella trova lavoro presso la prestigiosa testata giornalistica di El Paìs, dove incontrerà Liam Adreci, una delle voci più autorevoli nel campo, a cui da sempre si ispira. Peccato che le sue parole siano coinvolgenti e appassionanti almeno quanto lui è odioso e supponente nella vita di tutti i giorni. Tra caratteri orgogliosi e troppi pregiudizi, tra famiglie ingombranti e inopportuni pretendenti, quanto in là si spingeranno Isabella e Liam prima di comprendere dove sia la verità? In fondo, tutte noi sogniamo Mr. Darcy ma quando lo troviamo vorremmo solo ucciderlo.

E' la storia di Isabella e Liam il cui primo incontro non è certo idilliaco, dato che lui la crede una nuova segretaria, anziché una giornalista e fa di tutto per rendersi antipatico ai suoi occhi! 
Tra Isabella e Liam le differenze sembrano insormontabili, lei è giovane, spensierata e povera, mentre su Liam gravano i problemi di una famiglia non facile ed è molto ricco, proprio per questo Isabella viene considerata dai parenti (padre e zia) di Liam come un'arrampicatrice sociale e fanno di tutto per separare i due giovani, ma l'amore supera ogni cosa, anche le differenze sociali!
Oltre al padre e la zia di Liam, però anche la madre di Isabella prova un'antipatia profonda per il lavoro del giornalista e per Liam stesso, cercando in tutti i modi di allontanare i due ragazzi.
Questo libro è stato considerato come il retelling di Orgoglio e Pregiudizio, che purtroppo non ho letto, cercherò di rimediare a breve, ma secondo me a questo romanzo mancano delle scene, manca di continuità, certe volte si salta da una scena all'altra spiazzando il lettore.
Nonostante questo "difetto" un po' fastidioso il libro in sè è carino e si legge scorrevolmente!

A presto! Buona lettura!


Nessun commento:

Posta un commento